Festival dei Suoni Antichi, 15-16-17 settembre 2017 cultura, tradizione e canti popolari a Macerata Campania

È tutto pronto, preparate i tamburi e le nacchere e una buona carica di adrenalina, il 15-16-17 settembre 2017 Macerata Campania sarà il centro delle tradizioni con il Festival dei Suoni Antichi. Cultura, tradizione e canti popolari sono gli ingredienti che renderanno unica la manifestazione.

L'evento è organizzato dall'Associazione Suoni Antichi in collaborazione con Comune di Macerata Campania, Associazione Sant'Antuono & le Battuglie di Pastellessa, Aria Nuova Galuccio, Scuola di Tarantella Montemaranese, Sughereta San Vito, Associazione culturale sportiva Moviamoce, Consorzio Icaro, Principessa Viaggi, Contrasto TV, CE gusto - Streat Fest, OmastEventi, Michele Grassi fotografo, con Radio Marte - radio ufficiale dell'evento e un ringraziamento a Vincenzo Polcari per le grafiche.

Presso l'area mercato e il centro storico di Macerata Campania ci saranno concerti di musica popolare, seminari, stage pomeridiani di danze e strumenti della tradizione popolare, navetta da e per il centro storico di Macerata Campania, stand enogastronomici, stand informativi, divertimento e cultura con tanti eventi collaterali.

Ad aprire i giorni di festival ci saranno i Suoni Antichi "I bottari di Macerata Campania", i quali anticiperanno l'esibizione dei seguenti gruppi:

VENERDÌ 15 SETTEMBRE 2017

Associazione Radici
hanno creato cultura intorno alle tradizioni di Terra di Lavoro (di Marcianise in particolare) con dei progetti artistici molto interessanti. Sempre alla ricerca del vero antico, propongono uno spettacolo che stupirà...

Cuore a Sud di Alessandro Colmaier
dal cuore di Napoli a Macerata Campania porteranno le meraviglie del loro progetto in uno spettacolo dalle mille emozioni... Assieme alla loro musica, la voce passionale della favolosa Serena che vi lascerà stupiti... Non perdetevi la loro esibizione e vedrete dal vivo uno dei musicisti che collaborerà con la sua arte al nuovo album dei Suoni Antichi.

Rareca Antica
con all'attivo centinaia di concerti, anche all'estero, sublimi musicanti della tradizione vesuviana curano il recupero dell’ampio e diversificato repertorio di canti d’amore, di lavoro, di canti devozionali, di fronne e canti a distese, serenate e tammurriate. C'è da rimanere a bocca aperta...

 

SABATO 16 SETTEMBRE 2017

Salento Folk Group (from Ionica Aranea)
direttamente dalla Puglia, reduci dal nuovo album "Terra Mascia" e da anni di successi, onoreranno il festival con la loro maestria anche nello stage pomeridiano di pizzica e altri balli tradizionali, con la collaborazione dell'Associazione MoviamoCe di Curti.

Ascarimè
un rinomato gruppo di ragazzi animati da una grande passione: la musica popolare. Musicisti per scelta, ma gruppo per caso con già 10 anni di successi alle spalle. Una voce bella come il fiore che porta il suo nome: Margherita...

Voci del Sud
dall'Irpinia, uno dei gruppi musicali che più incarna la musica popolare "studiata"... sempre alla ricerca della canzone tradizionale particolare da suonare in chiave moderna, sanno fare musica popolare e spettacolo... tarantelle, pizziche e tammurriate con l'aggiunta di passione, ritmo e magia. E poi... non potete immaginare quando fanno le serenate "pustegge" per le quasi spose... insomma, degli artisti da vedere, tra passato e presente.

 

DOMENICA 17 SETTEMBRE 2017

Scuola di Tarantella Montemaranese
che non ha bisogno di presentazioni, direttamente dall'Irpina con le sue grandi tradizioni. Famosi praticamente dappertutto, saranno protagonisti nel pomeriggio con uno stage di danze e strumenti popolari, poi in corteo verso l'area concerti ed infine la sera sul palco per il concerto finale. Preparatevi ad un'estenuante tarantella... se non li fermi potrebbero continuare a vita!

Utenti ospiti delle cooperative del Consorzio Icaro
conosciuti dall'Associazione Suoni Antichi nell'ambito della "musicoterapia", questi ragazzi eccezionali porteranno una loro speciale esibizione, per la prima volta davanti ad un vero pubblico. Dire ragazzi eccezionali è dire poco... conoscendo bene le loro capacità, sarà uno spettacolo seppur breve ma molto molto intenso...

Luca Rossi
artista indiscusso tra teatro e musica, chiuderà alla grande il Festival. Ne ha fatta di strada da quando suonava tra i banchi di scuola, dove già andava con la tammorra nello zaino... ora è uno dei più rappresentativi esponenti dello strumento ed insegnante presso numerose accademie musicali. Famoso in tutta Italia ed all'estero, incarna il modello di artista che tutti vorrebbero essere. Poeta della musica popolare, con le sue canzoni ci porterà nel mondo incantato delle tradizioni e della vita reale...

 

Per info e contatti: