Un inno per la Festa di Sant'Antuono

Il Prof. Giuseppe Bruno premiato durante la presentazione della Festa di Sant'Antuono 2010. Nella foto da sinistra: il Segretario Vincenzo Capuano, il Prof. Giuseppe Bruno, il Vice-Presidente Domenico Salzillo. Il Prof. Giuseppe Bruno premiato durante la presentazione della Festa di Sant'Antuono 2010. Nella foto da sinistra: il Segretario Vincenzo Capuano, il Prof. Giuseppe Bruno, il Vice-Presidente Domenico Salzillo.

'A Festa 'e Sant'Antuono
Testo e Musica di Giuseppe Bruno

Nata dalla mano del Prof. Giuseppe Bruno in un progetto condotto con i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado (ex Scuola Media) "G. Pascoli" di Macerata Campania, 'A Festa 'e Sant'Antuono rappresenta appieno la beneamata Festa maceratese, sintetizzandone i contenuti e trasferendo a chi la ascolta le sue vivacità e i suoi significati più nascosti. Il brano, presentato ufficialmente a Macerata Campania il 25 ottobre 2009 nel corso della presentazione della Festa di Sant'Antuono 2010, ha raccolto da subito i consensi dei cittadini, proponendosi come nuovo inno della Festa.

 

'A Festa 'e Sant'Antuono (Testo e Musica di Giuseppe Bruno) | Download Mp3

 

'A Festa 'e Sant'Antuono - Base Musicale (Musica di Giuseppe Bruno) | Download Mp3

 

'A Festa 'e Sant'Antuono
(Testo di Giuseppe Bruno)

Quanno è a festa 'e Sant'Antuòn se pripara stu paese
gente gè venite a cc'à apparate li carre cu nuje
ca ce assiste Sant'Antuòn e pe isso sta festa se fa
guè sajemme n'coppe 'e carre cu 'e pattuglie 'e pastellesse.

Cu 'e triccabballacchè e scetavajasse, li putipù
cu mazze e tinelle sta tarantella vulimme sunà
Sant'Antuòn, Sant'Antuòn, caccia 'o male a stu paese.

(Rit. A)
Oje gente venite venite n'coppe 'o carr cu nuje
sunate, abballate, a tiempè 'e tarantelle
felice è chi sona pe stu Santo ca vede
a gente è stu paese ca è palese e curtese
Sant'Antuò manna na n'ferta, mannangella bona e nova
si dimane chiovarrà, fa che chioveno maccarune.

(Orchestra)

Sant'Antuò tu si venut da luntan a stu paese
cu nu ciuccio pe carriagge, cu purciell e che 'e vitiell
tu si 'o Santo 'e sti creature benedicele pecchè
senza niente nun putimme tirà annanze pe campà.
Pe chest stasera nuje simme cuntente e vulimme sunà
cu 'e figliole belle sta tarantella vulimme abballà
Sant'Antonio le remmonio votta fora sta città.

(Rit. B)
Furastiere venite n'zieme a nuje 'e vedite
chesta gente ca dice song'overo felice
ca nun tene pretese pecchè è maceratese
quann'arriva na m'pesa resta sempe curtese.

Sant'Antuò manna na n'ferta, mannangella chiena, chiena
si dimane chiovarrà, fa che chiove pastellessa.
E accussì dimane si arrivane 'e guaje me pozz' scurdà
me fuma na pippa, me abbraccio lu Santo e me vaco a cuccà
ma stasera voglio stà m'miezz'a gente pè cantà.

 

'A Festa 'e Sant'Antuono (Testo, Musica e Voce di Giuseppe Bruno)

Orchestra Popolare Casertana & le Battuglie di Pastellessa in Concerto (FotoCasertano, 15/01/2010).