Dal 15 al 17 gennaio 2022 a Macerata Campania

Torna a Macerata Campania “Paese della Pastellessa” la Festa di Sant’Antuono (Sant’Antonio Abate), uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari/religiose della Regione Campania. L’emergenza in cui versa il mondo intero per la pandemia COVID-19 ha portato a ripensare il programma dei festeggiamenti civili in onore di Sant’Antuono con l’obiettivo primario di garantire la salute pubblica dell’intera popolazione, non proponendo talune attività tradizionali che per la loro natura risulterebbero irrealizzabili per le restrizioni imposte dalle leggi applicabili in materia.

L’edizione 2022, promossa dal Comune di Macerata Campania e Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa, accreditata come NGO presso l’UNESCO, partirà sabato 15 gennaio per concludersi lunedì 17 gennaio 2022, nel giorno dedicato a Sant’Antonio Abate. I giorni che precederanno l’evento saranno dedicati all’allestimento del centro cittadino con palme similmente a quanto fatto negli altri anni. I carristi con le palme, simbolo indissolubile dei Carri con l’amato Sant’Antuono, omaggeranno in questo modo la cittadinanza di Macerata Campania.

Un appuntamento all’insegna della tradizione, che vede il supporto tecnico-scientifico dell’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale del Ministero della Cultura, il patrocinio della Regione Campania e della presidenza del Consiglio regionale della Campania e che aderisce alla Rete Italiana per la Salvaguardia e Valorizzazione delle Feste di Sant’Antonio Abate.

Si partirà il 15 gennaio con l’evento «Vivere Sant’Antuono nel contesto della pandemia COVID-19» in diretta web con i protagonisti della festa, i quali racconteranno le proprie impressioni sull’edizione 2022 vissuta nel contesto della pandemia COVID-19. Nel corso della diretta verranno trasmesse alcune immagini di repertorio delle esibizioni delle Battuglie di Pastellessa, dove botti, tini e falci percosse dai bottari di Macerata Campania in onore di Sant’Antuono danno vita a poliritmie che ricalcano le origini contadine della comunità: è questa la “Musica di Sant’Antuono”, una musica primigenia – forse la più antica in Europa arrivata intatta ai giorni nostri – usata dai maceratesi per allontanare il male e sconfiggere il diavolo; nata a Macerata Campania alle porte della Reggia di Caserta quando era un rione di Capua antica e che è diventato il tassello più rappresentativo della festa dedicata a Sant’Antonio Abate, la cui origine secondo la tradizione orale risale al XIII secolo.

Sempre a partire da sabato 15 gennaio 2022 si aprirà su Internet la Mostra online «Macerata Campania, città che suona» con la pubblicazione di immagini dedicate al patrimonio culturale immateriale della comunità in linea con la Convenzione UNESCO del 2003.

Durante l’evento ci sarà l’esposizione all’aperto «I simboli della festa in piazza», con la presenza dei Carri di Sant’Antuono, delle Figure apotropaiche tipiche dei fuochi pirotecnici figurati legate alla vita del Santo (‘a signora ‘e fuoco, ‘o puorco, ‘o ciuccio, ‘a scala) e del Palo di sapone (gioco tradizionale).

Domenica 16 gennaio spazio al Laboratorio #PastellessaLab in diretta web, nel corso del quale verrà spiegata la ricetta del piatto tipico della past’ e ‘llessa, come alcuni giochi tradizionali al fine di sensibilizzare le nuove generazioni nell’esecuzione degli stessi.

Il 17 gennaio si aprirà con i fuochi pirotecnici di saluto al Santo, che verranno esplosi anche a mezzogiorno al posto dei consueti fuochi pirotecnici figurati.

Concluderà l’evento la consegna del “Premio Historia Loci”, il cui vincitore verrà comunicato nella giornata del 17 gennaio, istituito dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa nel 2012 al fine di riconoscere tutte quelle persone ed enti che hanno contribuito in modo fattivo alla salvaguardia, alla trasmissione e alla valorizzazione della Festa di Sant’Antuono: del senso umano e cristiano, le espressioni culturali a essa inerenti e la musica di Sant’Antuono, patrimonio culturale immateriale di Macerata Campania.

L’evento, che vede come partner l’Istituto Comprensivo di Macerata Campania, l’Associazione Giochi Antichi di Verona, le Majorette Shine Stars della Parrocchia San Nicola di Bari di Casal di Principe e l’Associazione Radici di Marcianise, aderisce all’iniziativa “Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali” promossa da UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italia).

Tutte le attività previste nella programmazione verranno svolte nel pieno rispetto delle prescrizioni COVID-19 e trasmesse sulla pagina Facebook @santantuono.