Presentato il lavoro discografico dei Suoni Antichi, una raccolta di nove brani scritti da Mario Celato

Quando cresci con la musica di botti, tini e falci e ti diverti e rilassi ad ascoltarla sentendoti subito dopo carico e positivo, quella musica con qualche accorgimento può diventare negli anni un progetto discografico. Ci pensi, lo valuti e poi ti rendi conto che se ti impegni il tuo sogno può diventare realtà. E così a maggio del 2018 è partita l’avventura di Raffaele Piccirillo, Simmaco Ciarmiello, Francesco Caserta, Mario Celato, Michele Antonio Piccirillo e di tutta la battuglia Suoni Antichi di Macerata Campania.

È stato presentato nella Sala Consiliare del Comune di Macerata Campania, provincia di Caserta, lunedì pomeriggio 13 gennaio 2020, in occasione della “Giornata di Studi” che come protagonista aveva la festa di Sant’Antonio Abate nota come “‘A Festa ‘e Sant’Antuono”, il lavoro discografico “Suoni Antichi” dell’Associazione Suoni Antichi, una raccolta di nove brani scritti da Mario Celato: Ué amico, Ce stamme magnanne ‘a tradizione, ‘A volte e ‘u mazzafune, Tarantella maceratese, L’amico, ‘U fuoco ‘e ‘sta passione, Musicanti, Viaggio da Sud a Sud, Bene e Male. A raccontare il percorso è stato proprio l’autore dei brani Mario Celato insieme ai responsabili della battuglia maceratese, anticipato dalla proiezione del videoclip “Bene e Male” registrato lo scorso anno nel Paese della Pastellessa e ambientato nell’antica Masseria della Pigna. Presenti in Sala Consiliare tantissimi ospiti, con il sindaco Stefano Antonio Cioffi e i rappresentanti della ONG UNESCO “Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa” organizzatori dell’evento. Un progetto importante che vede la musica dei bottari di Macerata Campania raggiungere un traguardo che porterà alto il nome del paese nel panorama della musica popolare. Un investimento quello dei Suoni Antichi per la comunità maceratese premiato in aula consiliare con un lungo applauso e la promessa di acquistare il disco.

Condividi su: