Musicoterapia, Suoni Antichi scende in campo per il sociale

L’Associazione Suoni Antichi di Macerata Campania scende in campo per il sociale affiancando la Cooperativa Sociale Aria Nuova di S. Maria Capua Vetere, nella preparazione di uno sketch per il recital che si terrà presso il Teatro Lendi di Sant’Arpino martedì prossimo 22 marzo 2016.

Lo spettacolo intitolato “Napul’era… Napul’è!”, promosso dall’Asl Napoli 2 Nord e dalla Cooperativa Sociale Mercurio d’Oro di S. Maria Capua Vetere, in collaborazione con le altre Cooperative Sociali (Aria Nuova, Sirio, Insieme si può, Beta, Santiago e Consorzio Icaro) afferenti al progetto riabilitativo “Meglio Insieme”, vedrà in scena gli ospiti delle diverse strutture riabilitative dell’Asl Napoli 2 Nord, Napoli 1 e Caserta, in diversi momenti artistici che richiamano il tema del folclore campano.

Per diversi mesi, Raffaele, Mario, Francesco e Antonio, appartenenti all’Associazione Suoni Antichi, si sono recati presso la Comunità Alloggio Aria Nuova di Galluccio in provincia di Caserta, gestita dalla Cooperativa Sociale Aria Nuova, per insegnare agli utenti psichiatrici a suonare gli strumenti tipici delle Battuglie della Pastellessa, falci, tini e botti, e riprodurre con essi le tipiche suonate dei caratteristici carri di Macerata Campania. 

Grazie alla professionalità, all’affetto e al sostegno di questi ragazzi, si è riusciti a realizzare un intermezzo musicale intitolato “Suoni e frastuoni di Aria Nuova”, durante il quale gli ospiti, guidati dallo storico capobattuglia dei Suoni Antichi, Raffaele Piccirillo, suoneranno e canteranno due canzoni tipiche della festa di Sant’Antonio Abate, che si svolge ogni anno a Macerata Campania: “’A canzone d”o munaciello” e “’A festa ‘e Sant’Antuono”. I bottari dei Suoni Antichi chiuderanno lo spettacolo con la loro caratteristica esibizione.

Condividi su: